PAN CO' SANTI

Pan co' santi

Soffice quanto una briosce non e' da confondersi con il tipico dolce toscano molto piu' corposo e compatto,appunto il Pan Co' Santi consumato in concomitanza della festa dei Santi in Novembre, questo bel pane semidolce assomiglia al suo omonimo solo per la frutta secca inclusa..
Delicato e profumato lo si consuma in qualsiasi momento del giorno ma specialmente la mattina a colazione o per una ricca merenda.
Si mantiene soffice per diversi giorni se conservato chiuso in una busta per alimenti.

Ingredienti:
  • 600gr di farina (300 manitoba e 300 00)
  • 15gr di lievito di birra
  • 300ml circa acqua
  • 150gr di noci sgusciate
  • 100gr di uva passa
  • 1 cucchiaio di semi di anice
  • 5 cucchiai di olio evo
  • 30gr di strutto
  • 4/5 cucchiai di zucchero + 1 cucchiaino per il preimpasto
  • 1 cucchiaino di miele
  • 1 cucchiaino di sale
  • pepe nero macinato fresco a piacere
Procedimento:
Sciogliere il lievito in 100 ml di acqua appena tiepida insieme a 1 cucchiaino di zucchero e lasciare riposare per una decina di minuti e poi aggiungere 100 gr di farina formando una pastella morbida.Lasciare riposare per circa 40 minuti.
Intanto preparare e mettere da parte i "Santi",ossia la frutta secca,riducendo le noci a pezzetti grossi e ammorbidendo l'uvetta in acqua tiepida.

Trascorsi i 40 minuti mettiamo nella ciotola della planetaria (oppure a mano o con altro attrezzo per impastare)il panetto lievitato e 200ml di acqua appena tiepida.Lo sciogliamo bene e poi aggiungiamo lo zucchero,il miele e l'olio e avviamo a vel.1 per un paio di minuti.
Adesso aggiungiamo 3/4 della farina (3/4 di 500gr) e impastiamo per qualche minuto con il gancio.Aggiungiamo il sale e la farina rimanente (1/4) e se l'impasto risultasse troppo asciutto (ma non credo) incorporiamo un paio di cucchiai di acqua.
Amalgamiamo bene lavorando per un paio di minuti e poi aggiungiamo lo strutto a poco a poco dando il tempo alla massa di assorbirlo perfettamente.
10 minuti a vel.1 e la pasta risultera' liscia e morbida pronta per lievitare direttamente nella ciotola ,ma coperta con della pellicola ,per un paio di ore.

A questo punto sgonfiarla (ossia impastarla brevemente a mano per eliminare le bolle) ed unirvi le noci,l'uvetta ammollata e asciugata, il pepe e l'anice lavorando bene per amalgamare ogni cosa e fare una piega del tipo 2.
Adesso la ricetta originale consiglierebbe di formare dei panetti grossi quanto un pompelmo e farli lievitare un'ora.Quando gonfi e soffici pennellarli con uovo sbattuto e cuocere in forno caldo a 200º per 20 minuti circa.
Io ho preferito formare un'unico pane che ho lasciato lievitare per quasi un ora e al quale ho dato due tagli longitudinali superficiali (facoltativo).

Spennellare delicatamente con uovo e latte a temperatura ambiente sbattuti insieme e infornare a 200 ,con una ciotola d'acqua sul fondo,per 30 minuti circa.
Dare un poco di vapore,proprio come per il pane ,con uno spruzzino per 3 volte nei primi 10 minuti di cottura.Dopo altri 5 levare la ciotola con l'acqua.
Tenere d'occhio il pane perche' si colora presto.Se necessario coprire con della stagnola per non fare scurire troppo.
Sfornare e lasciare freddare su gratella.


Pan co' santi






PAN CO' SANTI

Pan co' santi

Soffice quanto una briosce non e' da confondersi con il tipico dolce toscano molto piu' corposo e compatto,appunto il Pan Co' Santi consumato in concomitanza della festa dei Santi in Novembre, questo bel pane semidolce assomiglia al suo omonimo solo per la frutta secca inclusa.
Delicato e profumato lo si consuma in qualsiasi momento del giorno ma specialmente la mattina a colazione o per una ricca merenda.
Si mantiene soffice per diversi giorni se conservato chiuso in una busta per alimenti.

Ingredienti:

Procedimento:

Sciogliere il lievito in 100 ml di acqua appena tiepida insieme a 1 cucchiaino di zucchero e lasciare riposare per una decina di minuti e poi aggiungere 100 gr di farina formando una pastella morbida.Lasciare riposare per circa 40 minuti.
Intanto preparare e mettere da parte i "Santi", ossia la frutta secca, riducendo le noci a pezzetti grossi e ammorbidendo l'uvetta in acqua tiepida.

Trascorsi i 40 minuti mettiamo nella ciotola della planetaria (oppure a mano o con altro attrezzo per impastare)il panetto lievitato e 200ml di acqua appena tiepida.Lo sciogliamo bene e poi aggiungiamo lo zucchero,il miele e l'olio e avviamo a vel.1 per un paio di minuti.
Adesso aggiungiamo 3/4 della farina (3/4 di 500gr) e impastiamo per qualche minuto con il gancio.Aggiungiamo il sale e la farina rimanente (1/4) e se l'impasto risultasse troppo asciutto (ma non credo) incorporiamo un paio di cucchiai di acqua.
Amalgamiamo bene lavorando per un paio di minuti e poi aggiungiamo lo strutto a poco a poco dando il tempo alla massa di assorbirlo perfettamente.
10 minuti a vel.1 e la pasta risultera' liscia e morbida pronta per lievitare direttamente nella ciotola ,ma coperta con della pellicola ,per un paio di ore.

A questo punto sgonfiarla (ossia impastarla brevemente a mano per eliminare le bolle) ed unirvi le noci,l'uvetta ammollata e asciugata, il pepe e l'anice lavorando bene per amalgamare ogni cosa e fare una piega del secondo tipo.

Adesso la ricetta originale consiglierebbe di formare dei panetti grossi quanto un pompelmo e farli lievitare un'ora.Quando gonfi e soffici pennellarli con uovo sbattuto e cuocere in forno caldo a 200º per 20 minuti circa.
Io ho preferito formare un'unico pane che ho lasciato lievitare per quasi un ora e al quale ho dato due tagli longitudinali superficiali (facoltativo).

Spennellare delicatamente con uovo e latte a temperatura ambiente sbattuti insieme e infornare a 200 ,con una ciotola d'acqua sul fondo,per 30 minuti circa.
Dare un poco di vapore,proprio come per il pane ,con uno spruzzino per 3 volte nei primi 10 minuti di cottura.Dopo altri 5 levare la ciotola con l'acqua.
Tenere d'occhio il pane perche' si colora presto.Se necessario coprire con della stagnola per non fare scurire troppo.
Sfornare e lasciare freddare su gratella.

Pane co' santi



Testarda_____http://testarda.altervista.org/