IL PANE DI MATERA A LIEVITAZIONE NATURALE

Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale

Non so come ho fatto a dimenticarmi di condividere questo bellissimo pane tipico pugliese trovato da Tinuccia.
Anche questo facile facile sia a mano che con la planetaria,presenta un'alveolatura mista e un bel colore giallo oro grazie alla farina di semola rimacinata.
Passo subito alla descrizione per farmi perdonare la distrazione :)

Ingredienti:
  • Farina di semola rimacinata(possibilmente pugliese),600gr
  • Acqua,450gr
  • LM arzillo e rinfrescato,120gr(oppure 150gr se si omette il LdB)
  • Lievito di birra,4gr
  • Sale,12gr
  • Malto,1 cucchiaino
Procedimento:
1) In planetaria unire la farina a 400gr di acqua,fare assorbire senza lavorare eccessivamente e riservare per 30'.

2) A parte stemperare nell'acqua che rimane il LM,il LdB,il malto e riservare.

3) Unire il lievito all'impasto e lavorarlo per 5-6',aggiungere il sale e lavorare affinche' questo si distribuisca uniformemente.
Quando l'impasto si presentera' perfettamente liscio e incordato sigillare la ciotola con della pellicola alimentare e fare puntare per 90' al caldo (28°).

4) Trasferire sul piano di lavoro leggermente infarinato di semola e dare una piega del primo tipo(a libro)facendo attenzione a non catturare farina all'interno della piega.
Riservare per 30' coperto con un panno umido e poi sopra del celophane.

5)Preformatura:
Fare una piega del tipo 2(Tirare delicatamente un lembo e portarlo verso il centro.Fare tutto il giro),ribaltare e arrotondare.

Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale

Foderare un cestino con un panno di cotone ben infarinato e trasferirci l'impasto,ripiegare i lembi e coprire con del celophane.Fare puntare per 60' o poco piu'.(Affondando delicatamente l'indice la fossetta che si formera' dovra' ritornare su quasi completamente).

6)Formatura(procedura da eseguire al momento di infornare):
Ribaltare su della carta forno o su una paletta ben infarinata,ripiegare un lato e spingendo con i pollici fermare la piega(1).

Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale

Girare di 180° e ripetere la piegatura sul lato opposto a quello appena piegato(2).
Ripiegare poi in due,operare tre tagli e schiacciare con il palmo della mano il lato opposto a quello tagliato(vedi X su immagine).
Spolverare con abbondante farina.
Nel frattempo preriscaldare il forno(statico) portandolo a 240° con dentro la leccarda ribaltata oppure la refrattaria e sul fondo la solita teglietta per il vapore.

7)Infornare,versare 1/2 bicchiere di acqua bollente nella teglietta e abbassare subito a 220°.
Dopo 15' abbassare a 200°,dopo altri 15' abbassare a 180-190° e terminare la cottura che sara' in totale di circa 60' o finche' battendone il fondo risuonera' "vuoto".
A cottura ultimata spegnere il forno,lasciare lo sportello semi aperto e il pane a freddare in verticale appoggiato contro la parete laterale.

Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale







Fonte: Testarda - 16/10/13


Con questa ricetta partecipo felicemente al

http://www.kochtopf.me/announcing-world-bread-day-2013-8th-edition

World Bread Day 2013 - 8th edition! Bake loaf of bread on October 16 and blog about it!

Troverete la mia partecipazione elencata in Italia :)
IL PANE DI MATERA A LIEVITAZIONE NATURALE

Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale

Non so come ho fatto a dimenticarmi di condividere questo bellissimo pane tipico pugliese trovato da Tinuccia(Mollica di pane).
Anche questo facile facile sia a mano che con la planetaria,presenta un'alveolatura mista e un bel colore giallo oro grazie alla farina di semola rimacinata.
Passo subito alla descrizione per farmi perdonare la distrazione :)

Ingredienti:
Procedimento:
1) In planetaria unire la farina a 400gr di acqua,fare assorbire senza lavorare eccessivamente e riservare per 30'.

2) A parte stemperare nell'acqua che rimane il LM,il LdB,il malto e riservare.

3) Unire il lievito all'impasto e lavorarlo per 5-6',aggiungere il sale e lavorare affinche' questo si distribuisca uniformemente.
Quando l'impasto si presentera' perfettamente liscio e incordato sigillare la ciotola con della pellicola alimentare e fare puntare per 90' al caldo (28°).

4) Trasferire sul piano di lavoro leggermente infarinato di semola e dare una piega del primo tipo(a libro)facendo attenzione a non catturare farina all'interno della piega.
Riservare per 30' coperto con un panno umido e poi sopra del celophane.

5)Preformatura:
Fare una piega del tipo 2(Tirare delicatamente un lembo e portarlo verso il centro.Fare tutto il giro),ribaltare e arrotondare.

Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale

Foderare un cestino con un panno di cotone ben infarinato e trasferirci l'impasto,ripiegare i lembi e coprire con del celophane.Fare puntare per 60' o poco piu'.(Affondando delicatamente l'indice la fossetta che si formera' dovra' ritornare su quasi completamente).

6)Formatura(procedura da eseguire al momento di infornare):
Ribaltare su della carta forno o su una paletta ben infarinata,ripiegare un lato e spingendo con i pollici fermare la piega(1).

Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale

Girare di 180° e ripetere la piegatura sul lato opposto a quello appena piegato(2).
Ripiegare poi in due,operare tre tagli e schiacciare con il palmo della mano il lato opposto a quello tagliato(vedi X su immagine).
Spolverare con abbondante farina.
Nel frattempo preriscaldare il forno(statico) portandolo a 240° con dentro la leccarda ribaltata oppure la refrattaria e sul fondo la solita teglietta per il vapore.

7)Infornare,versare 1/2 bicchiere di acqua bollente nella teglietta e abbassare subito a 220°.
Dopo 15' abbassare a 200°,dopo altri 15' abbassare a 180-190° e terminare la cottura che sara' in totale di circa 60' o finche' battendone il fondo risuonera' "vuoto".
A cottura ultimata spegnere il forno,lasciare lo sportello semi aperto e il pane a freddare in verticale appoggiato contro la parete laterale.

Pane di Matera di grano duro a lievitazione naturale

Testarda_____http://testarda.altervista.org/