UNA MERINGA
procedura liberamente tratta da "Dolci"

La Meringa di Giovanni Pina

.... e firmata Giovanni Pina.
Croccantissima e leggera é adatta a essere impiegata nella preparazione di molte torte e semifreddi,accoppiata con della ganache tipo Macarons o semplicemente gustata al naturale.

Facilissima,si prepara praticamente a occhi chiusi!
Con questa dose ne vengono due-tre teglie da 60cm.
Conservate in una scatola a chiusura ermetica si conserveranno per tantissimo tempo senza che perdano la loro croccantezza.


Ingredienti:
  • Zucchero semolato,400gr
  • Albume,170gr
  • Zucchero semolato,110gr
Procedimento:
1) In un capiente contenitore usando una frusta elettrica(oppure nella ciotola della planetaria con il gancio a fili) montare velocemente gli albumi.
Quando cominciano a prendere consistenza aggiungere in tre volte i 400gr di zucchero attendendo che torni a essere spumoso e compatto prima dell'aggiunta successiva.
La massa é pronta quanto sará in grado di sostenere in verticale la frusta.

2) Aggiungere i 110gr di zucchero mescolando a mano quel tanto che serve perché il composto montato lo assorba.
Non deve sciogliersi pena la perdita della croccantezza della meringa.

3) Aiutandosi con una sacca da pasticcere e una bocchetta,su teglie rivestite di carta forno,disegnare tante piccole meringhette un poco distanziate tra loro.
In cottura raddoppieranno il volume in verticale quindi regolarsi di conseguenza.
Lasciare a TA per 90'(evitera' che si crepino in cottura) e poi procedere con la cottura.

4) Cuocere in forno statico preriscaldato a 190°(165° ventilato) per 3' quindi 80' a 120°(100° ventilato) in fessura(paletta nello sportello del forno).
Sfornare,lasciare freddare e riporre in una scatola a chiusura ermetica.






Fonte: Testarda - 27/12/12






UNA MERINGA
procedura liberamente tratta da "Dolci"

La Meringa di Giovanni Pina

.... e firmata Giovanni Pina.
Croccantissima e leggera é adatta a essere impiegata nella preparazione di molte torte e semifreddi,accoppiata con della ganache tipo Macarons o semplicemente gustata al naturale.

Facilissima,si prepara praticamente a occhi chiusi!
Con questa dose ne vengono due-tre teglie da 60cm.
Conservate in una scatola a chiusura ermetica si conserveranno per tantissimo tempo senza che perdano la loro croccantezza.


Ingredienti:
Procedimento:
1) In un capiente contenitore usando una frusta elettrica(oppure nella ciotola della planetaria con il gancio a fili) montare velocemente gli albumi.
Quando cominciano a prendere consistenza aggiungere in tre volte i 400gr di zucchero attendendo che torni a essere spumoso e compatto prima dell'aggiunta successiva.
La massa é pronta quanto sará in grado di sostenere in verticale la frusta.

2) Aggiungere i 110gr di zucchero mescolando a mano quel tanto che serve perché il composto montato lo assorba.
Non deve sciogliersi pena la perdita della croccantezza della meringa.

3) Aiutandosi con una sacca da pasticcere e una bocchetta,su teglie rivestite di carta forno,disegnare tante piccole meringhette un poco distanziate tra loro.
In cottura raddoppieranno il volume in verticale quindi regolarsi di conseguenza.
Lasciare a TA per 90'(evitera' che si crepino in cottura) e poi procedere con la cottura.

4) Cuocere in forno statico preriscaldato a 190°(165° ventilato) per 3' quindi 80' a 120°(100° ventilato) in fessura(paletta nello sportello del forno).
Sfornare,lasciare freddare e riporre in una scatola a chiusura ermetica.


Testarda_____http://testarda.altervista.org/