CONFETTURA DI ALBICOCCHE CON SCORZE CANDITE E LIQUORE DI ARANCIA.

Confettura di albicocche,scorze candite e liquore di arancia

Poco lontano dalla casa di Loredana abita un Albicocco dimenticato da tutti,bruttissimo e perennemente soffocato dalla vite americana.
La frutta che regala,nonostante la totale disattenzione,é tanta,peró bruttina ma di sapore ineguagliabile.
Come il "Brutto anatroccolo",il lieto fine che gli rende la giustizia che merita é questa confettura.


Ingredienti:
  • Albicoche denocciolate,1kg
  • Zucchero semolato,600gr
  • Limone non trattato,1(succo + buccia grattugiata o a filetti)
  • La scorza candita di 1 arancia tagliata a julienne,(in alternativa la scorza scottata 1 volta per 3')
  • Liquore di arancia,1 bicchierino

Procedimento:
In una pentola alta riunire la frutta,lo zucchero,il limone e lasciare macerare per 1-2ore.
Spostare su fuoco dolce e portare a cottura rimestando regolarmente e schiumando se necessario.
A 5' dalla fine aggiungere le scorze candite tagliate sottili(vedi procedura),il liquore e terminare la cottura.
In alternativa : dopo 20' aggiungere la julienne di arancia sbollentata e a 5' dalla fine il liquore e terminare la cottura.
Occorreranno in totale 40-45',non di piú.
Fare la prova versando un cucchiaino di sciroppo su un piattino e trasferirlo in congelatore per 2-3'.
Ritirate il piattino,spingere la marmellata con l'unghia.
Se si vedranno delle grinze significherá che é pronta.
Invasare bollente in vasetti sterilizzati che ben chiusi rivolterete e lascerete raffreddare in questa posizione.


Julienne di scorza di arancia sbollentata:
Con un pela patate asportare la buccia a 1 arancia non trattata.
Portare ad ebollizione dell'acqua ed immergerci le bucce per 3'.
Scolare,freddare e tagliare a julienne.
Riservare fino al momento dell'utilizzo.





Fonte: Testarda - 05/07/12






CONFETTURA DI ALBICOCCHE CON SCORZE CANDITE E LIQUORE DI ARANCIA.

Confettura di albicocche con scorze candite e liquore di arancia

Poco lontano dalla casa di Loredana abita un Albicocco dimenticato da tutti,bruttissimo e perennemente soffocato dalla vite americana.
La frutta che regala,nonostante la totale disattenzione,é tanta,peró bruttina ma di sapore ineguagliabile.
Come il "Brutto anatroccolo",il lieto fine che gli rende la giustizia che merita é questa confettura.


Ingredienti:

Procedimento:
In una pentola alta riunire la frutta,lo zucchero,il limone e lasciare macerare per 1-2ore.
Spostare su fuoco dolce e portare a cottura rimestando regolarmente e schiumando se necessario.
A 5' dalla fine aggiungere le scorze candite tagliate sottili,il liquore e terminare la cottura.
In alternativa : dopo 20' aggiungere la julienne di arancia sbollentata e a 5' dalla fine il liquore e terminare la cottura.
Occorreranno in totale 40-45',non di piú.
Fare la prova versando un cucchiaino di sciroppo su un piattino e trasferirlo in congelatore per 2-3'.
Ritirate il piattino,spingere la marmellata con l'unghia.
Se si vedranno delle grinze significherá che é pronta.
Invasare bollente in vasetti sterilizzati che ben chiusi rivolterete e lascerete raffreddare in questa posizione.


Julienne di scorza di arancia sbollentata:
Con un pela patate asportare la buccia a 1 arancia non trattata.
Portare ad ebollizione dell'acqua ed immergerci le bucce per 3'.
Scolare,freddare e tagliare a julienne.
Riservare fino al momento dell'utilizzo.

Testarda_____http://testarda.altervista.org/