CIAMBELLE AL VINO

Ciambelle al vino

Mia suocera,romana di sette generazioni,mi ha passato questa vecchia ricetta.
Facili esenza nessuna complicazione le vere ciambelle al vino dei castelli romani non contengono anice o altro ma solo vino e zucchero.
Il metro di misura di questa ricetta e' il "bicchiere" e lo zucchero contenuto nel mio pesava 200gr,quindi regolatevi.

Ingredienti:
  • Olio,1 bicchiere (mix tra evo e olio di semi)
  • Vino,2 bicchieri (meglio se rosso)
  • Zucchero semolato,1 bicchiere e 1/2 + per spolverare
  • Lievito per dolci,1/2 cucchiaino scarso
  • Sale,1 pizzico
  • Farina 00 q.b (= circa 650-700gr)
Procedimento:
Mischiare prima tra loro gli ingredienti secchi,fare fontana e pian pianino(alternando)aggiungere l'olio e il vino.
Aggiustare man mano con la farina.
Potete anche lavorare il tutto nella planetaria con la foglia ma alla fine una ripassata a mano per calibrare il tutto e' d'obbligo.

Il composto risultera' piuttosto appiccicoso e sara' quindi una tentazione aggiungere farina.Non fatelo!!!o le ciambelline perderanno quella friabilita' al limite della durezza che li caratterizzano.
Insomma,rendete l'impasto lavorabile ma senza esagerare con la farina.

Lasciate riposare una mezz'oretta dopodiche' formate dei vermicelli spessi come il vostro mignolo e lunghi un palmo.
Chiudeteli a cerchio,tuffategli una faccia nello zucchero semolato e depositateli(con lo zucchero verso l'alto)sulla placca precedentemente ricoperta con della carta da forno.
Infornate in forno preriscaldato a 180º per circa 30' o finche' belli colorati.
Io li faccio sbruciacchiare di proposito perche' a noi piacciono cosi'.
Sfornare e lasciare freddare bene prima di degustarli.

Ah,altra cosa : non cercate di calare i grassi o lo zucchero perche' calerebbe anche la bonta'.





Fonte: Testarda






CIAMBELLE AL VINO

Ciambelle al vino

Mia suocera,romana di sette generazioni,mi ha passato questa vecchia ricetta.
Facili esenza nessuna complicazione le vere ciambelle al vino dei castelli romani non contengono anice o altro ma solo vino e zucchero.
Il metro di misura di questa ricetta e' il "bicchiere" e lo zucchero contenuto nel mio pesava 200gr,quindi regolatevi.

Ingredienti: Procedimento:

Mischiare prima tra loro gli ingredienti secchi,fare fontana e pian pianino(alternando)aggiungere l'olio e il vino.
Aggiustare man mano con la farina.
Potete anche lavorare il tutto nella planetaria con la foglia ma alla fine una ripassata a mano per calibrare il tutto e' d'obbligo.

Il composto risultera' piuttosto appiccicoso e sara' quindi una tentazione aggiungere farina.Non fatelo!!!o le ciambelline perderanno quella friabilita' al limite della durezza che li caratterizzano.
Insomma,rendete l'impasto lavorabile ma senza esagerare con la farina.

Lasciate riposare una mezz'oretta dopodiche' formate dei vermicelli spessi come il vostro mignolo e lunghi un palmo.
Chiudeteli a cerchio,tuffategli una faccia nello zucchero semolato e depositateli(con lo zucchero verso l'alto)sulla placca precedentemente ricoperta con della carta da forno.
Infornate in forno preriscaldato a 180º per circa 30' o finche' belli colorati.
Io li faccio sbruciacchiare di proposito perche' a noi piacciono cosi'.
Sfornare e lasciare freddare bene prima di degustarli.

Ah,altra cosa : non cercate di calare i grassi o lo zucchero perche' calerebbe anche la bonta'.

Testarda_____http://testarda.altervista.org/