BUDINO DI PANE

Budino di pane


Questa semplice ricetta e' una delle tante maniere adottate nel passato per riciclare il pane raffermo.
In tempi di poverta' era un modo per fare festa con poco e con quello che c'era.
Ogni famiglia aveva la propria ricetta che custodita gelosamente veniva tramandata e con il tempo anche arricchita. Questa riportata e' quella della mia nonna . Facile e buona :)

Ingredienti:
  • 500gr pane bianco raffermo (anche la crosta)
  • 500ml latte
  • 200gr zucchero (anche di piu' secondo i gusti)
  • 50gr burro (fuso senza friggere)
  • 3 uova medie
  • 80gr uva passa
  • 180gr gherigli di noci + per decorare
  • 70gr pinoli + per decorare
  • 1 cucchiaino raso cannella (3gr)
  • vaniglia (estratto o stecca)
  • 1 bella grattata di noce moscata
  • 20gr cacao amaro (3 cucchiai pieni)
  • 1 bustina pane angeli
  • Un pizzico di sale
Procedimento:
In una ciotola capiente spezzettare il pane e unirlo a tutto il latte per ammorbidirlo bene dopodiche' lo passiamo nel mixer per ridurlo in poltiglia.
Aggiungere il cacao,il sale,la vaniglia,la cannella,la noce moscata ,il lievito e mischiare accuratamente dopodiche' si unisce il burro fuso.
A parte si montano i 3 tuorli con tutto lo zucchero finche' il composto non risulta bello bianco e lo si unisce all'impasto.

Montare i 3 albumi a neve soda con qualche goccia di limone (aiuta a rassodare l'albume) ed unirlo all'impasto DELICATAMENTE mischiando dal basso verso l'alto (come per il pan di spagna).
A questo punto si aggiungono ,mischiando delicatamente,le noci (preventivamente rotte molto grossolanamente ),i pinoli e l'uvetta rinvenuta in liquore o acqua calda e passata in poca farina.

Imburrare e spolverare di pangrattato uno stampo rettangolare lungo 30/35cm oppure uno stampo tondo da 25cm circa e bordi piu' alti della classica crostata, ci trasferiamo l'impasto e decoriamo con pinoli e noci + una bella spolverata di zucchero di canna (facoltativo) e via in forno 180º per circa 50minuti.
Sara' utile una prova stecchino.Se risulta appena umido il budino e' pronto per essere sfornato.

Lasciare freddare bene prima di servirlo al naturale , con della panna montata dolcificata oppure , lo consiglio, con della crema di latte fresca.
La crema che intendo io e' qualcosa tra la panna e la ricotta,insomma una leccornia che qui trovo facilmente perche' usata nella pasticceria araba.
A temperatura ambiente si conserva bene per qualche giorno sotto a una campana copripiatto ma se in frigo molto di piu'.

Budino di pane pronto per essere infornato




Fonte: Testarda




BUDINO DI PANE

Budino di pane


Questa semplice ricetta e' una delle tante maniere adottate nel passato per riciclare il pane raffermo.
In tempi di poverta' era un modo per fare festa con poco e con quello che c'era.
Ogni famiglia aveva la propria ricetta che custodita gelosamente veniva tramandata e con il tempo anche arricchita. Questa riportata e' quella della mia nonna . Facile e buona :)

Ingredienti:

Procedimento:

In una ciotola capiente spezzettare il pane e unirlo a tutto il latte per ammorbidirlo bene dopodiche' lo passiamo nel mixer per ridurlo in poltiglia.
Aggiungere il cacao,il sale,la vaniglia,la cannella,la noce moscata ,il lievito e mischiare accuratamente dopodiche' si unisce il burro fuso.
A parte si montano i 3 tuorli con tutto lo zucchero finche' il composto non risulta bello bianco e lo si unisce all'impasto. Montare i 3 albumi a neve soda con qualche goccia di limone (aiuta a rassodare l'albume) ed unirlo all'impasto DELICATAMENTE mischiando dal basso verso l'alto (come per il pan di spagna).
A questo punto si aggiungono ,mischiando delicatamente , le noci (preventivamente rotte molto grossolanamente ), i pinoli e l'uvetta rinvenuta in liquore o acqua calda e passata in poca farina.

Imburrare e spolverare di pangrattato uno stampo rettangolare lungo 30/35cm oppure uno stampo tondo da 25cm circa e bordi piu' alti della classica crostata, ci trasferiamo l'impasto e decoriamo con pinoli e noci + una bella spolverata di zucchero di canna (facoltativo) e via in forno 180º per circa 50minuti.
Sara' utile una prova stecchino . Se risulta appena umido il budino e' pronto per essere sfornato.

Lasciare freddare bene prima di servirlo al naturale , con della panna montata dolcificata oppure , lo consiglio, con della crema di latte fresca.
La crema che intendo io e' qualcosa tra la panna e la ricotta,insomma una leccornia che qui trovo facilmente perche' usata nella pasticceria araba.
A temperatura ambiente si conserva bene per qualche giorno sotto a una campana copripiatto ma se in frigo molto di piu'.

Budino di pane pronto per essere infornato




Testarda_____http://testarda.altervista.org/